Stampa

Alla RSA Santa Rufina si accede dal proprio domicilio su richiesta del Medico curante, per dimissioni ospedaliere o per trasferimento da altre strutture.

Per la richiesta va utilizzato obbligatoriamente il modulo prestabilito che potete scaricare direttamente dal seguente collegamento (modulo richiesta accesso alla struttura).

La richiesta di ricovero deve essere trasmessa al CAD (centro di assistenza domiciliare) di residenza, il quale provvede alla visita collegiale a mezzo dell’unità valutativa. La regione Lazio adotta il metodo RUG che rileva la complessità della malattia ed assegna le relative prestazioni da eseguire: prestazioni intensive, estensive, mantenimento Alto e mantenimento Basso.

A seguito dell’esito positivo della valutazione del CAD viene rilasciata l’ autorizzazione al ricovero. Tale autorizzazione deve essere inviata, anche via FAX (0746 605554), alla nostra struttura, che segnalerà la disponibilità del posto letto.

La RSA Santa Rufina offre un’ampia tipologia di prestazioni di ricovero: si può entrare con valutazione Estensiva, valutazione di mantenimento Alto , valutazione di mantenimento Basso.

Trascorso il periodo di degenza assegnato, l’ospite viene nuovamente valutato, e qualora le sue condizioni cliniche lo richiedessero, il periodo di degenza verrà prolungato.

Modalità di partecipazione alla retta di degenza

Come è noto le prestazioni Estensive sono pagate interamente dalla Regione Lazio e quindi l’ospite ricoverato è esentato dal pagamento.

Per le prestazioni di mantenimento Alto la quota a carico dell’ospite è pari ad € 59,20/die e tale importo viene pagato dall’ospite nel caso di un reddito superiore ad € 20.000,00 annuo (modello ISEE socio sanitario).

Per le prestazioni di mantenimento Basso la quota a carico dell’ospite è pari ad € 49,20/die e tale importo viene pagato dall’ospite nel caso di un reddito superiore ad € 20.000,00 annuo (modello ISEE socio sanitario).

Nel caso in cui il modello ISEE socio sanitario documenti un reddito complessivo lordo inferiore ad € 20.000,00 annui, l’ospite pagherà secondo la propria fascia di reddito prevista e la retta sarà integrata dal proprio Comune di residenza.